00_edited.jpg

Idee & Progetti

Sintesi Corriere - 1990

Non so voi, ma i notiziari radiofonici o televisivi e anche i quotidiani spesso m annoiano, ma sono nel contempo conscio che non è possibile farne a meno se si vuole essere cittadini del mondo che ci circonda con tutte le sue complessità, opportunità e minacce,

Quando ho studiato Sintesi (un nome che h dato ora la progetto perché non ne aveva uno proprio) mi occupavo di pianificazione strategica e la necessità di avere una visone globale, la più ampia ed esaustiva possibile, era addirittura un'urgenza.

Da buon milanese sono sempre stato un "Corrierista" e come tale ho sempre detestato Repubblica, romana e quei tempi radical chic e invece dovetti assistere al meritato sorpasso di un quotidiano giovane, innovativo e aggressivo nei confronti di quella che si era ridotta a essere una paludata e arcaica testata giornalistica (ed è per questo che il documento è titolato "Creazione di vantaggi competitivi).

E quindi dopo aver studiato questo sistema di Sintesi successive (per chi non ha tempo, per chi non ha avuto tempo, per chi vuole approfondire) lo offrii al Corriere, penando che scrivere una lettera fosse cosa sufficiente per essere convocati e ascoltati (sigh),

Rileggendolo quarant'anni dopo mi pare di poter confermare la validità dell'idea e di come io sentissi già la necessità degli ipertesti. A mio avviso molto bella l'idea del "contenitore informatore" daily.

Intrigante anche il suggerimento dell'adversting focusing.

Mentre forse anticipatorie le strategie di collaborazioni con le testate locali e radio e televisione.