Lo Sgronchio

1997 - Tbook Editore 2011

“Il gronchio si sgronchia”. Questa frase mi si fiondò nel cervello, all’improvviso, una mattina mentre andavo al lavoro. No, non è uno scherzo, Lo Sgronchio è nato proprio così. 
Grazie a Dio, a differenza del protagonista del libro, a me non apparve nessun ectoplasma, ma iniziò una divertente sfida per uno come il sottoscritto portato, soprattutto, a raccontare storie in cui la tecnologia e la fantapolitica sono le vere protagoniste.
Ho sempre pensato che far ridere, o almeno sorridere, sia molto più difficile che trasmettere emozioni o commuovere. 
La cosa mi ha così divertito che, come spesso accade, i personaggi hanno preso il sopravvento e quel che doveva essere poco più di un racconto è diventato un vero romanzo.
Avventure degne del miglior Indiana Jones, organizzazioni segrete e personaggi sgangherati come i protagonisti del mitico Alan Ford, mi hanno tenuto compagnia per diversi mesi e hanno divertito tutti coloro che l’hanno letto. Spero lo stesso accada anche a voi.

P.S. Esiste un seguito di questo libro, una trentina di pagine al momento, intitolato Nagàda Davìda. Se Lo Sgronchio riscuotesse un certo successo potrei anche essere tentato di finirlo.

Potete scaricare qui accanto questo pdf e leggerlo molto agevolmente anche sul vostro smartphone, grazie al peculiare formato che lo contraddistingue.

Questo formato è stato creato nel 2010 quando mi sono improvvisato editore creando la mia casa editrice Tbook, caratterizzata da un innovativo formato di libri.

Potete approfondire questa mia iniziativa qui.